Cecenia. La CNN intervista 2 gay ex prigionieri

Cecenia. La CNN intervista 2 gay ex prigionieri

Lo sterminio dei gay in Cecenia (Perché di questo si tratta) per opera del Governo prosegue senza che i Governi democratici condannino concretamente queste violenze nei confronti dei cittadini gay ceceni.

Nessuna richiesta formale di protesta inviata al Governo locale ceceno e al Governo di Mosca (Ricordo che la Cecenia fa parte della Federazione Russa). Nessuna azione di boicottaggio nei confronti della Cecenia. Nulla.

Fortunatamente, le manifestazioni di semplici cittadini a sostegno dei cittadini gay ceceni si stanno moltiplicando in tutto il mondo.

La CNN ha mandato in onda un servizio riguardante la situazione dei gay in Cecenia con l’intervista a 2 cittadini gay ceceni arrestati, deportati e torturati dalle autorità cecene. Il loro racconto è agghiacciante.

Mi hanno cominciato a prendere a pugni e a calci. Volevano i nomi dei miei amici gay. Mi hanno attaccato dei fili alle mani e dei ganci di metallo sulle braccia per l’elettroshock. Hanno attrezzature speciali che sono molto potenti. Quando ti danno la scossa, salti. Se la mia famiglia scoprisse che sono gay non sarebbe necessario l’intervento del Governo, loro mi ucciderebbero”.

Il video della CCN:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*