Deceduto Joseph Nicolosi che “curava” i gay

Deceduto Joseph Nicolosi che “curava” i gay

La notizia della morte di Joseph Nicolosi (70 anni) arriva dagli Stati Uniti d’America come un fulmine a ciel sereno.

Nicolosi sarà ricordato come il fautore della teoria sulla cura dei GAY.

Joseph Nicolosi aveva elaborato delle assurde quanto pericolose teorie in cui affermava che i gay si potevano (E si dovevano) curare con dovute terapie riparative, fondando con Benjamin Kaufman e Charles Socarides l’Associazione NART (Associazione Nazionale per la Ricerca e Terapia dell’Omosessualità) dando il via a un giro di affari milionario sulla vita di innocenti.

Molte associazioni sono sorte negli anni, appoggiando e divulgando le “teorie” di Joseph Nicolosi, divenendo nel tempo il pilastro dell’omofobia mondiale. Associazioni che hanno incassato fiumi di soldi, causando la morte di molti gay (La maggior parte minori) tramite le loro “cure” basate sull’utilizzo di torture fisiche e psicologiche.

Queste associazioni (Compreso il NART) sono sovvenzionate da gruppi politico religiosi di estrema destra con il solo scopo di annientare le persone LGBT.

Le “teorie” di Joseph Nicolosi (Purtroppo) hanno varcato i confini statunitensi, giungendo anche in Italia, dove sono state creati dei centri per la “cura” dei GAY (La maggior parte con l’appoggio della Chiesa cattolica).

Le teorie e i trattamenti ideati da Joseph Nicolosi sono stati messi al bando American Medical Association, l’American Psychiatric Association e l’American Psychological Association e negli Stati del Vermont, Oregon, New Jersey, Illinois e California sono stati vietati i trattamenti.

Alla base della pseudo-teoria omofoba di Joseph Nicolosi ci sarebbe l’idea che gli omosessuali non esistono ma sono degli eterosessuali cui lo sviluppo sessuale sarebbe stato “bloccato” da particolari situazioni psicologico-parentali durante lo sviluppo.

Nella sostanza l’omosessualità è considerata un semplice disturbo facilmente curabile per la riconversione degli “sventurati” omosessuali in eterosessuali per la gioia degli omofobi, dell’estrema destra e della religione.

Gay si nasce e non si diventa.

1 thought on “Deceduto Joseph Nicolosi che “curava” i gay”

  1. Vorrei ricordarLe tre cose

    1) Dire che la California ha proibito i trattamenti è una Fake News: Nicolosi ha esercitato la terapia fino alla sua morte improvvisa nel Marzo 2017 a Encino, quartiere chic di Los Angeles, a due passi da Hollywood. Dirigeva una clinica che visitav 140 pazienti a settimana, e vi lavoravano diverisi altri terapeuti Dunque di cosa stiamo parlando?
    2) nonostante il dottor Nicolosi sia stato il più famoso, questa terapia era già praticata negli Stati Uniti prima di lui (basti pensare a Irving Bieber, che ha pubblicato il suo libro in cui descrive la sua terapia (simile a quella di Nicolosi) nel lontano ’62 (anno della crisi dei missili di Cuba) , o a Charles Socarides, la cui prima pubblicazione relativa a questo tipo di terapia risale al ’68.
    3) Questa terapia continua ad essere praticata liberamente negli USA (si pensi solo allo psicologo Richard Cohen o al Narth, presieduto dalla docente di psicologia Carolyn Pela)
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*