In Kazakistan i progenitori degli Unicorni

Alla base di ogni leggenda o tradizione si trova sempre un po’ di realtà e questo potrebbe valere anche per i mitologici Unicorni.

L’Elasmotherium Sibiricum potrebbe essere considerato l’antenato degli unicorni, infatti, questo particolare rinoceronte (Unicorno Siberiano) vissuto nelle regioni euroasiatiche ed estintosi molto tempo addietro aveva la particolarità di un corno unico sul volto.

Un recente studio condotto da uno staff di ricercatori dell’università russa Tomsk State University, e pubblicato dalla rivista American Journal of Applied Science sposterebbe la data di estinzione del mammifero passando da 350mila anni fa a soli 29mila anni fa.unicorno

Secondo questi studi, l’Elasmotherium Sibiricum potrebbe essere giunto in Siberia (Russia) durante una migrazione dovuta alla ricerca di un nuovo spazio protetto oppure, migrò in epoca più remota riuscendo a sopravvivere nel corso dei millenni.

Andrey Shpanski, paleontologo russo è giunto a questa conclusione, grazie al ritrovamento nella zona del villaggio di Kozhamzhar (Kazakistan) di un teschio in ottimo stato di conservazione di un giovane esemplare maschio, notevolmente superiore rispetto agli esemplari finora ritrovati.

Dall’esame con il radiocarbonio si è scoperto che l’esemplare in questione è deceduto 29mila anni fa, riscrivendo la reale data dell’estinzione di questo particolare mammifero.

Questo cambiamento di data potrebbe aver “aiutato” l’incontro tra l’Homo Sapiens e l’Elasmotherium Sibiricum creando la leggenda sugli unicorni?

Potrebbe essere accaduto ma ancora non si hanno prove tangibili di questo incontro.

Pubblicato in precedenza su Verosimilmente Vero Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*