Restauro Buckingham Palace 10 anni e fondi statali

Restauro Buckingham Palace 10 anni e fondi statali

Sappiamo bene che ogni tanto la nostra casa ha bisogno di qualche lavoretto di restauro per mantenerla in ottimo stato. E sappiamo bene che queste riparazioni costano, e noi comuni cittadini paghiamo di tasca propria ma non lei.

La “casa” della Regina Elisabetta II, Buckingham Palace ha bisogno di qualche lavoretto di ristrutturazione ma saranno i suoi sudditi a saldare il costo dei lavori.

Il Governo di Sua Maestà britannica ha recentemente approvato il restauro della residenza reale di Buckingham Palace (Londra) e come riporta il quotidiano britannico Daily Mail:Chi pagherà per questo restauro da 369 milioni di sterline? Voi”, e con ‘voi’, si intende i contribuenti britannici.

Il restauro della residenza principale della Regina Elisabetta II durerà 10 anni (Inizio dei lavori 2017, termine previsto fine lavori 2027) e il costo totale (369 milioni di euro) sarà suddiviso in trance annuali con un aumento dei fondi pubblici (Soldi dei contribuenti britannici) destinati alla Regina Elisabetta II e alla Royal Family chiamata comunemente la “Ditta”.

E pur vero che ogni contribuente britannico, versa ogni anno nelle casse del fondo destinato alla Royal Family meno di 1 sterlina, ma in molti, questa volta hanno storto il naso, visto che la Regina Elisabetta II ha un patrimonio personale stimato in 300 milioni di sterline. Un patrimonio di tutto rispetto.

buckingham_palace_from_gardens_london_uk_-_diliff

Il quotidiano Indipendent si è posto questa domanda:E perché una delle donne più ricche di Gran Bretagna non se le paghe da sola, le riparazioni di casa?”. Non sarebbe poi una così cattiva idea, quella di pagare di tasca sua o no? Un gesto così in tempo di Brexit e venti di separazione che soffiano dalla Scozia, potrebbe risollevare l’immagine della stessa Corono britannica.

In questa discussione sono intervenuti anche i repubblicani (Secondo gli ultimi dati sarebbero sotto il 25% dell’opinione pubblica) che hanno invitato i cittadini britannici a “rovesciare” la monarchia, secondo loro, ormai obsoleta per sostituirla con il sistema repubblicano ma la maggioranza dei britannici è ancor devoto alla Corona.

Però questo costosa ristrutturazione da 369 milioni di sterline del palazzo di Buckingham Palace (1837) è necessaria? Secondo quanto riporta il quotidiano La Repubblica… sì, visto che l’intero stabile sta decisamente cadendo a pezzi. Tubature del gas e cavi elettrici in pessime condizioni e in caso di incendio potrebbe andare a fuoco l’intero palazzo, infiltrazioni di acqua durante le piogge che costringe i valletti a sistemare i secchi per raccogliere l’acqua piovana e si narra che una volta l’intera toilette della Regina Elisabetta II si è staccata letteralmente dalla parete.

Diciamo che alla luce di questi episodi, possiamo ritenere che la reggia di Buckingham Palace ha realmente bisogno di un restauro ma sarebbe stato il caso che a saldare i costi fosse la stessa Regina Elisabetta II e i suoi eredi, infatti, quando termineranno i lavori nel 2027, la Sovrana avrà (Forse) raggiunto l’età di 101 anni. La stessa età in cui è deceduta la Regina Madre.

Precedente Natale e i 5 migliori mercatini europei Successivo Il Patriarca russo Unioni gay = Leggi Naziste

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.