Scissione PD a chi gioverebbe?

Scissione PD a chi gioverebbe?

La scissione che si sta consumando all’interno del Partito Democratico è ormai certificata. Mancano SOLO le firme nelle carte del divorzio.

Al prossimo Congresso Nazionale del Partito Democratico, l’ex Premier ed ex Segretario Nazionale, Matteo Renzi si ritroverà come avversario Emiliano che ha deciso di non lasciare il Partito.

A livello di elezioni politiche chi guadagnerebbe dalla scissione del Partito Democratico?

I dati del sondaggio EMG ACQUA – TGLA7 vedono il Partito Democratico sempre al primo posto ma al 28,1% e otterrebbe 188 seggi alla Camera dei Deputati. Un calo certificato, visto che settimane addietro erano dati al 20%.

Il Movimento Cinque Stelle si ferma al 27,7% con 179 SEGGI.

E gli scissionisti del Partito Democratico? Dunque, gli scissionisti Dem sarebbero dati al 6,5% (Sinistra Italiana più dissidenti Dem) con 43 seggi.

INTENZIONI DI VOTO –POST SCISSIONE PARTITO DEMOCRATICO-

1. Partito Democratico 28,1% (188 seggi)
2. Movimento Cinque Stelle 27,7% (179 seggi)
3. Lega Nord 12,9% (83 seggi)
4. Forza Italia 11,5% (75 seggi)
5. Lista unitaria di Sinistra 6,5% (43 seggi)
6. Fratelli d’Italia AN 4,7% (30 seggi)
7. Nuovo Centro Destra 3,2% (20 seggi)
8. Altri Partiti 5,4% (12 seggi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*