Trump Jr contro Rippon pattinatore olimpico gay

Trump Jr contro Rippon pattinatore olimpico gay

Adam Rippon pattinatore statunitense (Bronzo a Pyeongchang 2018) gay dichiarato poco prima di partire per la Corea del Sud aveva aspramente criticato la presenza alle Olimpiadi Invernali del Vice Presidente statunitense Mike Pence a causa delle sue dichiarazioni omofobe e il pubblico appoggio alle terapie riparative.

Una protesta che ha scatenato un caso politico ma nelle ultime ore, lo stesso Rippon ha deciso di abbassare i toni della polemica, affermando di non volere che le sue Olimpiadi Invernali fossero ricordate per lo scontro con il Vice Presidente Mike Pence.

Una decisione che non è passata inosservata al figlio dello stesso Presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump, infatti, Trump Jr è intervenuto nella polemica dichiarando che: “Veramente? Allora potevi non trascorre le ultime settimane a parlare di Pence. Io non l’ho mai sentito nominarti (Riferendosi ad Adam Rippon)”.

Naturalmente non è mancata la replica del campione olimpico Adam Rippon: “Non ho nessun problema con quello che ho detto e lo confermo, ma quello a cui penso ora sono le Olimpiadi e la competizione olimpica. Credo che come atleta posso usare questa visibilità, credo che questo dia una prospettiva più ampia”.

Mai abbassare la guardia contro l’omofobia!

Precedente Pyeongchang 2018 Oro per il pattinatore gay Radford Successivo La coppia Daley-Lance Black futuri genitori

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.