Trump Presidente con i voti LGBT

Trump Presidente con i voti LGBT

Il prossimo Presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump non ha mai nascosto la sua avversione nei confronti dei cittadini statunitensi LGBT.

Durante la sua campagna elettorale, il nuovo Presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump dichiarò che avrebbe eletto dei Giudici della Corte Suprema per abrogare la parità tra il matrimonio eterosessuale e omosessuale.

D’accordo anche con le Leggi relative al divieto di accesso nei servizi igienici e spogliatoio agli uomini e donne trans se non corrispondono alla loro identità di genere. E come possiamo dimenticare il suo Vie Presidente Mike Pence?

Donald_Trump_rainbow_flag

Anche lui contrario alla parità tra matrimonio gay ed etero e favorevole alle “terapie di conversione” per i gay delle vere e proprie torture. Votò contro anche contro una Legge che vietava la discriminazione sul posto di lavoro in base al proprio orientamento sessuale. Sempre per il nuovo Vice Presidente Mike Pence, essere gay è una scelta e non si nasce e anche che difendere il matrimonio eterosessuale tra uomo e donna è far rispettare “il disegno di Dio”.

Hillary Clinton, durante la sua campagna elettorale si è recata al memoriale Pulse, dove furono uccise 49 persone LGBT mentre il neo eletto Presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump neppure una volta.

E dopo tutto questo, il neo Presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump ha ricevuto una discreta quantità di voti LGBT.

Il New York Times ha rivelato durante gli exit poll che il 78% degli elettori LGBT ha votato per la candidata democratica Hillary Clinton, un 14% per il neo eletto Presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump e l’8% ha preferito i candidati minori degli altri Partiti.

Fonte: Gaystarnews.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*