17 maggio, il messaggio del Presidente Mattarella contro l’omotransfobia

17 maggio, il messaggio del Presidente Mattarella contro l’omotransfobia

Oggi in tutto il mondo si celebra la Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia, e non poteva mancare il messaggio del Presidente della Repubblica

Un’intera giornata dedicata a sensibilizzare le persone contro le discriminazioni nei confronti delle persone LGBT+ in tutto il mondo dal 2004. Il giorno scelto, in altre parole il 17 maggio non è causale, infatti, commemora il giorno in cui l’Organizzazione Mondiale della Sanità decise di eliminare l’omosessualità dalla lista delle malattie mentali. Nel 2009 è aggiunta la battaglia per i diritti delle persone transgender, e poi nel 2015, la bifobia a sostegno delle persone bisessuali.

Leggi anche >>> Lettonia, bruciato vivo dagli omofobi

In questa giornata particolare non mancano i messaggi di sostegno alla causa LGBT+ da parte di molte personalità, ovviamente, non mancano le voci fuori dal coro come Simone Pillon.

Il 17 maggio è per il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: “L’occasione per ribadire il rifiuto assoluto di ogni forma di discriminazione e di intolleranza e, dunque, per riaffermare la centralità del principio di uguaglianza sancito dalla nostra Costituzione e dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea”.

E continuando nel suo messaggio: “Le attitudini personali e l’orientamento non possono costituire motivo per aggredire, schernire, negare il rispetto dovuto alla dignità umana, perché laddove ciò accade vengono minacciati i valori morali su cui si fonda la stessa convivenza democratica. La società viene arricchita dal contributo delle diversità. Disprezzo, esclusione nei confronti di ciò che si ritiene diverso da sé rappresentano una forma di violenza che genera regressione e può spingere verso fanatismi inaccettabili”.

Leggi anche >>> Il Cagliari Calcio in campo contro l’omotransfobia e la bifobia

Molti altri messaggi da parte di altri politici italiani come il Segretario Nazionale del Partito Democratico, Enrico Letta che ha dichiarato attraverso Twitter che: “Celebriamo la Giornata internazionale contro omofobia, bifobia, transfobia con un impegno concreto: approvare subito il #DDLZan”. Anche il Ministro degli Esteri, Luigi DiMaio ha voluto celebrare la giornata internazionale contro l’omofobia, transfobia e bifobia: “Oltre a celebrare una giornata, servono gesti concreti. In Parlamento bisogna accelerare con la legge contro l’omotransfobia. Serve uno scatto di civiltà, basta tentennamenti”.

Da Forza Italia, Maria Carfagna, Ministro per il Sud e la Coesione territoriale ha voluto sostenere la battaglia delle persone LGBT+ contro ogni forma di discriminazione, “L’intolleranza non è solo nemica della democrazia ma avvelena i pozzi della convivenza civile, rende peggiore la vita quotidiana di tutti noi. Mai come ora abbiamo bisogno di sentirci cittadini e partecipi dello stesso impegno di rinascita e ripresa oltre ogni distinzione ‘di sesso, razza, lingua, religione, opinione politica e condizioni personali e sociali’ come saggiamente recita la Costituzione”.

Voce contraria quella di Simone Pillon in quota Lega che non ha mancato di fare il solito teatrino contro la comunità LGBT+. In quest’occasione si è scagliato contro la piattaforma SKY e la RAI colpevoli di avere in programmazione film a tematica LGBT+, in particolare in questo periodo. Ed eccolo su Twitter l’annuncio della disdetta del suo abbonamento SKY che se ne farà una ragione!

Leggi anche >>> Omofobia in famiglia, Chiara costretta a fuggire di casa

Suggerisci una correzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.