Casa Pound: 330mila euro di morosità elettrica

Padre Konrad Krajewski, Elemosiniere del Papa è stato l’autore di un gesto clamoroso nel cuore di Roma. Grazie al suo passato da elettricista ha personalmente rotto i sigilli e ripristinato l’energia elettrica a 450 persone tra cui molti bambini. Persone presenti nello stabile occupato situato in Via Santa Croce in Gerusalemme.

Quelle persone avevano un debito abbastanza elevato nei confronti dell’azienda erogatrice del servizio elettrico che come ultima mossa ha staccato la corrente.

Atto quello dell’Elemosiniere del Papa che ha scatenato diverse polemiche politiche tra cui Matteo Salvini che ha ‘proposto’ in maniera provocatoria all’alto Prelato vaticano di pagare anche le bollette di tutti gli italiani in difficoltà.

Però come riportato da Repubblica a neppure un chilometro di distanza da quello stabile si trova un altro palazzo di proprietà dello Stato Italiano occupato da 15 anni su cui grava un debito di circa 330mila euro in forniture elettriche. Curiosamente però gli occupanti di questo palazzo continuano tranquillamente ad usufruirne come se niente fosse.

Due pesi e due misure. E forse il motivo è che lo stabile ‘graziato’ sia dallo Stato sia dall’amministrazione di Roma è la sede del Partito di estrema destra ‘Casa Pound’.

Alla fine cane non mangia cane. E così Casa Pound continua ad usufruire dello stabile e della fornitura di energia elettrica a spese dei contribuenti onesti italiani!

Precedente Convegno Terrapiattisti: Il Complotto Piatto Successivo Concorso Letterario/Artistico contro l’Omobitransfobia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.