Crea sito

Coming out nel calcio Elena Linari

Coming out nel calcio Elena Linari

Coming out nel calcio femminile, Elena Linari (Classe 1994) difensore dell’Altetico Madrid e della Nazionale Italiana non si nasconde più.

In una recente intervista rilasciata alla trasmissione sportiva della Rai Dribbling, non si è sottratta alle domande riguardanti la sua sessualità.

Coming out nel calcio Elena Linari

“I veri problemi della vita sono altri. C’è gente che soffre e noi ci lamentiamo perché un figlio è omosessuale? Abbiamo sbagliato tutto”.

Elena Linari (Fonte La Gazzetta dello Sport)

E prosegue a parlare della sua Nazionale di calcio sempre in secondo piano anche dopo le recenti vittorie internazionali.

“Per attirare l’attenzione sul calcio femminile bisogna parlare della sua omosessualità. E’ un paradosso. Bisogna dire che una ragazza sta con un’altra ragazza per attirare l’attenzione della gente? Abbiamo davvero sbagliato tutto”.

Elena Linari (Fonte La Gazzetta dello Sport)

In questo periodo la calciatrice Elena Linari è in forze alla squadra dell’Atletico Madrid mentre la sua compagna vive in Italia.

Spagna e Italia due mondi diversi per essere gay

“Nella mia vita privata faccio quello che voglio. Ci sono tanti calciatori che si coprono con un’altra relazione, così come qualsiasi altro sportivo per evitare i famosi pregiudizi, e in Italia non siamo pronti. Ma poi diciamolo, non è che nel calcio femminile fioccano le omosessuali, proprio no, omosessuali ci sono nel calcio maschile, negli altri sport e nella vita quotidiana. E comunque qui a Madrid non ho nessun problema, anzi. In Italia sono io la prima ad aver paura di affrontare l’argomento perché non so la gente come potrebbe reagire. Ho paura del giudizio della gente”.

Elena Linari (Fonte La Gazzetta dello Sport)

Elena Linari e il coming out in casa

Uscire dall’armadio’ è difficile soprattutto per quanto riguarda la famiglia. L’omofobia è sempre presente anche nell’ambito famigliare. Fortunatamente per la calciatrice italiana ha avuto l’appoggio della sua famiglia e anche della nonna 80enne che come riporta la stessa Elena: “È stato toccante quello che mi ha detto mia nonna quando lo ha saputo. Era contenta e piangendo mi ha detto ‘ho tanta paura per te, perché non siete tutelate’. Io ho pianto, ma di gioia, perché a pronunciare queste parole è stata una nonna, una persona di 80 anni”.

Altri coming out nello sport internazionale

Alla fine l’omosessualità nel calcio maschile è vista ancora come un tabù. E forse anche negli altri sport. Mentre in altri Nazioni, molti atleti si sono fatti avanti come ad esempio il tuffatore britannico Tom Daley, la pallavolista italiana Paola Egonu, lo sciatore olimpico Gus Kenworthy, Michael Sam giocatore della NFL, il nuotatore spagnolo Carlos Peralta poi nel mondo del calcio troviamo Collin Martin, attaccante del Minnesota United e il calciatore statunitense Robbie Rogers del Leeds United e della Columbus Crew e per ultimo Kerron Clement. E poi Justin Fashanu, calciatore inglese è stato il primo giocatore ad ammettere pubblicamente la propria omosessualità nel 1990. Rinnegato dal mondo del calcio e dal fratello si è suicidato nel 1998. Ma l’elenco è lungo. Purtroppo è raro leggere di coming out di sportivi italiani.  

Suggerisci una correzione

RISCATTI by A.J.Reed
Trama: Amore e Odio. Vita e Morte. Omosessualità e Omofobia. Queste le parole chiavi del romanzo di “RISCATTI”. Stati Uniti d’America. Il fanatismo razziale di un’associazione statunitense sconvolgerà le vite di un gruppo di amici portandoli a confrontarsi con il loro lato oscuro. Un fanatismo che condurrà un padre a desiderare la morte del suo stesso figlio, ritenuto “contro natura”. L’amore di due giovani ragazzi, spezzato dall’omofobia, riuscirà nella sua tragedia a riscattare uno dei loro aguzzini.

Per acquistare libro Riscatti

Per acquistare E-Book Riscatti 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.