DDL Zan botta e risposta Littizzetto – Pillon

DDL Zan botta e risposta Littizzetto - Pillon

Durante la trasmissione della Rai ‘Che Tempo che fa’ Luciana Littizzetto ha indirizzato una lettera al senatore della Lega, Simone Pillon oppositore del DDL Zan

Luciana Littizzetto, durante la puntata del 18 aprile scorso della trasmissione di Rai3 ‘Che tempo che fa’ condotta da Fabio Fazio ha virtualmente inviato una lettera al senatore in quota Lega, Simone Pillon. Da qualche tempo, Simone Pillon è impegnato in una guerra personale contro l’approvazione da parte del Senato del DDL Zan e di una Legge contro i resti d’odio di omotransfobia e di genere.

Leggi anche >>> Sicilia, aggressione omofoba ad Augusta

‹‹ A me agita l’odio, non l’amore, in qualsiasi forma si esprima. Scusa Pillon –non ci metto la “erre” anche se sarei tentatissima di farlo- ma come fai a dire che questa legge non è una priorità. È una legge che non accorcia i diritti di nessuno, anzi li allarga. Io te lo dico, la società civile è molto più avanti della politica oramai, è ora che tu ti dia pace, ci sono delle cose che non si possono fermare, inarrestabili come la tosse a teatro››.

Luciana Littizzetto a ‘Che tempo che fa’

E ha terminato con: ‹‹ E tu pensaci, super Simo: noi difenderemo sempre la tua libertà di espressione, ma tu aiutaci a difendere la libertà di tutti di esprimere la propria sessualità senza la paura di prendersi una mazzata sul cranio. Gli unici colpi che vogliamo vedere in giro sono quelli di fulmine››.

Leggi anche >>> DDL Zan anche David Sassoli ne chiede l’approvazione

Naturalmente non è mancata la replica da parte del senatore leghista che come riporta l’Adnkronos, inizia così: ‹‹ Mia cara Lucianina, Lucy, gambino di sedano, ti posso fare una domandina? Ma tu hai letto il codice penale? E il ddl Zan, lo hai letto? O leggi solo le veline che ti passa il PD?››.

E proseguendo con la sua replica: ‹‹ Il ddl Zan dice che donna non è la persona con i cromosomi xx, ma anche un maschio che si sente donna. E a lui spettano quote rosa, gare sportive femminili, diritti delle donne. Il ddl Zan dice che sarà punita la semplice istigazione alla discriminazione contro i diritti LGBTQ+, e siccome tra i diritti pretesi ci sono il matrimonio e i figli, chiunque farà propaganda contro il matrimonio gay o l’utero in affitto si beccherà da 2 a 6 anni di reclusione. Il ddl Zan dice che, con la scusa della ‘giornata nazionale contro omofobia, bifobia, lesbofobia e transfobia’ bisogna insegnare ai bambini fin dai 3 anni, l’ideologia gender››.

E conclude: ‹‹ PS: io non penso di essere caxxialtruifobico, come dici. Per conto mio ognuno faccia come gli pare, anche sul soffitto se gli piace. Ma se limitano la mia libertà di pensiero, e più ancora se cercano di legittimare indirettamente pratiche orrende come l’utero in affitto o peggio se cercano di andare nelle scuole a indottrinare i miei figli, allora è mio dovere alzarmi in piedi. È nostro dovere alzarci in piedi››.

Leggi anche >>> Alessandro Gassmann e Carlo Cracco a favore del DDL Zan

Suggerisci una correzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.