Egitto arrestati 9 gay durante festa privata

Egitto arrestati 9 gay durante festa privata

La repressione anti-LGBT in Egitto prosegue tra retate, arresti e leggi ad hoc per reprimere i diritti civili LGBT.

L’ultimo episodio di Omofobia di Stato è accaduto nella città di Alessandria d’Egitto, dove le autorità di polizia hanno fatto irruzione in una casa privata dopo aver ricevuto una soffiata.

Le agenzie di stampa affermano di 9 gay arrestati con diversi capi di accusa tra cui quello di ‘dissolutezza’, ‘incitamento alla devianza sessuale’ oltre ‘all’adesione a un gruppo fuorilegge’ e non è detto che gli arrestati stessero infrangendo le Leggi anti-LGBT in vigore nel Paese ma la stampa egiziana fomenta l’Omofobia di Stato, dipingendo l’omosessualità come una ‘malattia’ da debellare.

In Egitto i cittadini gay rischiano, grazie alla Legge anti-LGBT del deputato Riyad Abdel Sattar da 1 a 3 anni di carcere, inoltre è vietata qualsiasi tipo di pubblicità per feste, bar e club LGBT.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.