Fuori da qui lesbica Scritte omofobe contro un’infermiera

Fuori da qui lesbica Scritte omofobe rivolte contro un’infermiera che lavora presso l’ospedale Alessandro Manzoni di Lecco (Provincia di Lecco).

La scritta è apparsa nello sportello del suo armadietto personale negli spogliatoi dell’ospedale. Insulto omofobo visibile a tutti.

Questo è l’ultimo episodio di omofobia ai danni di Sabrina Di Biasi (34 anni) dipendente da 3 anni presso l’ospedale di Lecco.

Fuori da qui lesbica Scritte omofobe contro un’infermiera

E tutto perché ha divorziato dal marito ed essersi innamorata di una donna.

Si legge nel Corriere della Sera:

“Sono rimasta impietrita davanti a quella scritta sul mio armadietto — racconta —. Lo ammetto, ho fatto fatica a trattenere le lacrime. Per due giorni non sono entrata negli spogliatoi. Poi ho deciso di reagire. Ho lasciato la frase sullo sportello. Non sono io a dovermi vergognare, ma chi l’ha scritta. E li è rimasta fino a quando le ragazze della cooperativa che si occupa delle pulizie dopo un paio di settimane l’hanno cancellata”.

L’accaduto è stato prontamente denunciato alle autorità, inoltre, si sono mobilitati anche i Sindacati di categoria e come riporta il Corriere della Sera, non si tratterrebbe di un caso isolato.

“Stiamo cercando di capire come dare assistenza alla nostra iscritta […]. Non è nemmeno un episodio isolato e per quanto possa sembrare incredibile all’ospedale di Merate siamo dovuti intervenire per una dipendente insultata da una collega perché meridionale. Stiamo valutando nuove strategie per la lotta alla discriminazione sofferta da chi è più debole nei posti di lavoro” (Massimo Coppia – Segretario UIL del Lario).

Dopo aver dato l’annuncio che si era innamorata di un’altra donna, il clima sul posto di lavoro è diventato pesante e minaccioso come racconta la stessa Sabrina Di Biasi al Corriere della Sera:

“(…) Le colleghe sono le più feroci. Già qualcuna mi aveva fatto capire che nello spogliatoio non ero la benvenuta, altre si alzavano se provavo a sedermi accanto a loro in mensa, quella che credevo un’amica mi ha detto candidamente che ero un’altra persona da quando mi ero ammalata. Ma io non sono malata, sono semplicemente innamorata”.

RISCATTI by A.J.Reed
Trama: Amore e Odio. Vita e Morte. Omosessualità e Omofobia. Queste le parole chiavi del romanzo di “RISCATTI”. Stati Uniti d’America. Il fanatismo razziale di un’associazione statunitense sconvolgerà le vite di un gruppo di amici portandoli a confrontarsi con il loro lato oscuro. Un fanatismo che condurrà un padre a desiderare la morte del suo stesso figlio, ritenuto “contro natura”. L’amore di due giovani ragazzi, spezzato dall’omofobia, riuscirà nella sua tragedia a riscattare uno dei loro aguzzini.

Per acquistare libro Riscatti

Per acquistare E-Book Riscatti 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.