Giornata Mondiale Contro l’Omofobia 1990-2020

Giornata Mondiale Contro l’Omofobia 1990-2020

Giornata Mondiale Contro l’Omofobia 1990-2020. Il 17 maggio del 1990 l’Organizzazione Mondiale della Sanità decise di rimuovere l’omosessualità dalla lista delle malattie mentali, ecco il motivo della data scelta per la Giornata Mondiale contro l’Omofobia.

In 30 anni da quella storica decisione che cosa è cambiato per le persone LGBT+ in Italia?

Partiamo dall’approvazione della Legge sulle Unioni Civili tra persone dello stesso sesso datata 2016 dopo anni di rinvii e lotte civili ma senza la possibilità di adozione. Ancora un tabù nel nostro Paese come il matrimonio egualitario.

In fato di coming out, secondo i dati dell’Agenzia dell’Unione Europea per i Diritti Fondamentali solo il 38% delle persone LGBT+ si dichiara pubblicamente contro il 62% di chi non lo fa mentre il 32% evita gesti affettuosi in pubblico con il proprio partner per paura di aggressioni e molestie.

Alla domanda se il proprio Paese si stia impegnando a favore di una politica LGBT+, il 92% ha risposto negativamente. Purtroppo l’Italia occupa l’ultimo posto tra le Nazioni fondatrici dell’Unione Europea che ancora non ha approvato una Legge contro l’omotransfobia, anche se entro Luglio dovrebbe essere approvata dal Parlamento dopo il ritardo dovuta alla pandemia da coronavirus.

‹‹ La ricorrenza del 17 maggio è stata scelta, in ambito internazionale, per promuovere il contrasto alle discriminazioni, la lotta ai pregiudizi e la promozione della conoscenza riguardo a tutti quei fenomeni che, per mezzo dell’omofobia, della transfobia e della bifobia, perpetrano continue violazioni della dignità umana. Le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale costituiscono una violazione del principio di eguaglianza e ledono i diritti umani necessari a un pieno sviluppo della personalità umana che trovano, invece, specifica tutela nella nostra Costituzione e nell’ordinamento internazionale›› (Sergio Mattarella Presidente della Repubblica Italiana.)

RISCATTI by A.J.Reed
Trama:
Amore e Odio. Vita e Morte. Omosessualità e Omofobia. Queste le parole chiavi del romanzo di “RISCATTI”. Stati Uniti d’America. Il fanatismo razziale di un’associazione statunitense sconvolgerà le vite di un gruppo di amici portandoli a confrontarsi con il loro lato oscuro. Un fanatismo che condurrà un padre a desiderare la morte del suo stesso figlio, ritenuto “contro natura”. L’amore di due giovani ragazzi, spezzato dall’omofobia, riuscirà nella sua tragedia a riscattare uno dei loro aguzzini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.