Crea sito

Il Canada metterà al bando le pratiche di conversione

Il Canada metterà al bando le pratiche di conversione

Il Canada e il suo Primo Ministro Justin Trudeau hanno ripreso la discussione parlamentare per mettere al bando le terapie riparative per le persone LGBT+

Dopo lo stop forzato a causa della pandemia da Covid19, il Parlamento canadese ha ripreso la discussione della Legge per mettere al bando in tutto il Canada le terapie di conversione per le persone LGBT+. Un cavallo di battaglia dello stesso Premier canadese, Justin Trudeau.

La terapia di conversione è dannosa, degradante e non ha posto in Canada. Spero che tutte le parti facciano la cosa giusta sostenendo questo disegno di legge

(Primo Ministro Justin Trudeau)

Il disegno di Legge prevede, oltre il divieto al ricorso delle terapie riparative o di conversione su minori non solo in territorio canadese ma anche il trasferimento all’estero del soggetto per sottoporlo a queste pratiche disumane. Inoltre sarà illegale sottoporre forzatamente e contro la sua volontà un adulto al trattamento di conversione.

Leggi anche >>> In Belgio la prima Vicepremier e Ministra europea transgender, Petra De Sutter

Queste pratiche sono considerate dall’intera comunità scientifica internazionale come delle forme di torture psicologiche e fisiche. Una pseudo terapia basata sul principio che l’omosessualità sia una malattica curabile e non un orientamento sessuale dell’uomo. Queste pratiche portano la vittima a provare una profonda vergogna di se stesso e del suo naturale orientamento sessuale. Molti di questi centri sono stati fondati da integralisti cristiani che basano la loro ‘cura’ sull’astinenza sessuale e sulla preghiera. Anni fa però sono state utilizzate anche sedute a base di elettroshock e violenza fisica.

Leggi anche >>> La Japan Airlines: Addio a ‘signori e signore’

Molte le Nazioni che hanno condannato pubblicamente questa pratica ma che nei fatti (Compresa l’Italia) non hanno approvato nessuna Legge per mettere al bando queste pratiche. In particolare il Regno Unito e il Governo Johnson che due anni fa si era impegnato a promulgare una Legge in merito ma che ancora non ha visto la luce.

Leggi anche >>> L’attore Francois Arnaud: “Sono bisex”

Suggerisci una correzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.