Il Pride Month nel mondo

Il Pride Month nel mondo

Siamo arrivati all’appuntamento numero 51 per il Pride Month e dopo la sospensione dell’anno scorso per Covid, sono riprese le celebrazioni

Quest’anno sono tornate molte delle manifestazioni dedicate al Gay Pride, programmate all’interno del Pride Month a sostegno della comunità LGBTQ+. Le prime date italiane saranno Milano e Roma, all’estero invece, proprio ieri hanno sfilato lungo il lungo mare di Tel Aviv, la ‘Lunga marcia dell’orgoglio’ che ha visto la partecipazione di migliaia di persone. Si tratta della 21esima edizione, e la prima post-covid e senza i turisti stranieri. Infatti, il Governo di Gerusalemme ha posticipato al primo agosto l’ingresso nel Paese dei turisti stranieri, causa l’aumento dei contagi da variante indiana del virus.

Leggi anche >>> Stati Uniti, il pattinatore Jason Brown fa coming out

In programma altre manifestazioni a Parigi, Siviglia e a Los Angeles che quest’anno ospiterà il Trans Pride. Tornando in Europa, il Pride più famoso al mondo, quello di Dublino sarà virtuale e più breve dei 10 giorni storici a causa del covid.

Il 3 luglio prossimo sarà la volta di Budapest e Monaco, il 15 sarà la volta del London Pride Festival nel Regno Unito e il giorno dopo Francoforte. Mentre Berlino il 24 luglio. Anche agosto sarà un mese pieno per quanto riguarda le manifestazioni, infatti, avremo gli appuntamenti di Praga, Reykjavík, Amsterdam, Stoccolma, Montreal, Copenaghen e della Silicon Valley. Fino a settembre. (ANSA)

Leggi anche >>> Il Vaticano ‘ordina’ all’Italia di modificare il DDL Zan

Suggerisci una correzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.