Crea sito

Il Regno Unito si ferma ma non l’omofobia religiosa

Il Regno Unito si ferma ma non l’omofobia religiosa
Il predicatore omofobo Larry Stockstill (Foto Pink News)

Il Regno Unito si ferma ma non l’omofobia religiosa. La Chiesa del Destino (Fondamentalista cristiana) con sede a Glasgow (Scozia) aveva programmato un evento di 3 giorni presso l’Usher Hall di Edimburgo per il prossimo giugno. Locale di proprietà del Comune di Edimburgo.

Permesso revocato dopo la scoperta da parte delle autorità comunali che l’ospite principale a questa convention religiosa sarebbe stato Larry Stockstill famoso predicatore statunitense dichiaratamente anti-LGBT+.

Non solo quello, infatti, tutti gli eventi pubblici fino al prossimo giugno sono stati limitati a causa dell’epidemia da coronavirus che sta dilagando in tutto il Regno Unito.

Nonostante tutto, la Chiesa del Destino ha fatto causa all’amministrazione comunale di Edimburgo per discriminazione in base alla fede religiosa.

“Comprendiamo che si tratta di una violazione abbastanza chiara della libertà di pensiero, coscienza e religione oltre alla libertà di espressione”.

Chiesa del Destino

Questa la dichiarazione rilasciata all’Edinburgh News da Andrew Owen, Pastore Senior della Chiesa del Destino.

Naturalmente la Città di Edimburgo si difenderà contro le infondate accuse mosse dalla Chiesa del Destino.

“Non lasciatevi ingannare. L’omosessualità non è un comportamento normale e non è accettata da Dio… tutti i demoni sono cose impure ed empie. L’incesto è uno di questi spiriti, così come l’omosessualità”.

(Larry Stockstill).

Suggerisci una correzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.