In Cile passo in avanti per il matrimonio paritario

In Cile passo in avanti per il matrimonio paritario

In Cile un piccolo passo in avanti per il riconoscimento del matrimonio paritario nel Paese, dopo un lungo stop

Il disegno di Legge sul riconoscimento del matrimonio paritario in Cile fu presentato nel 2017 dall’ex Presidente Michelle Bachelet e da quel momento è rimasto fermo per diversi anni. Adesso grazie al Movimento per l’Integrazione e la Liberazione Omosessuale (Movilh) il disegno di Legge è stato discusso al Senato.

Leggi anche >>> Papa Francesco: “Sì alla Legge sulle unioni civili gay”

Il testo è stato esaminato con 29 articoli approvati (circa la metà del totale) nelle seguenti Commissioni: Costituzione, Legislazione, Giustizia e in quelle per il regolamento del Senato. Rimangono da esaminare altri 27 articoli.

Leggi anche >>> Michael Gunning: “Giamaicano, nero e gay: nuoto contro i pregiudizi”

L’avvocato di Movilh, Mónica Arias, afferma: “Uno degli articoli approvati più rilevanti è l’Articolo Uno, che riconosce la parentela coniugale tra i coniugi, qualunque sia il loro sesso, e non solo tra un uomo e una donna. Con questo, senza dubbio, possiamo dire che la Commissione per la Costituzione ha detto sì al matrimonio uguale”.

Leggi anche >>> Il nuotatore canadese Markus Thormeyer: “Sono gay”

Suggerisci una correzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.