La Spagna: sì alla fecondazione assistita per single, lesbiche e transessuali

PABLO BLAZQUEZ DOMINGUEZ VIA GETTY IMAGES

Il Capo di Governo spagnolo annuncia lo stop alla depenalizzazione della prostituzione e la fecondazione assistita per i single, lesbiche e transessuali

Pedro Sánchez Pérez-Castejón, Capo del Governo di Madrid e Segretario Nazionale del Partito Socialista Operai Spagnolo (PSOE), dal palco del Congresso del suo Partito ha lanciato diverse proposte che di sicuro infiammeranno il dibattito politico spagnolo. Depenalizzare – nuovamente – la prostituzione che alimenta la malavita e ‘schiavizza’ le donne. In Spagna dal 1995 il reato di prostituzione è stato depenalizzato e secondo un rapporto ONU del 2016, nel Paese iberico l’industria della prostituzione era stimata intorno ai 3,7 miliardi di euro.

Leggi anche >>> Un liceo di Piacenza con i bagni ‘No gender’

La seconda novità è quella annunciata da Carolina Daris, Ministro della Sanità. Il Governo di Madrid sarebbe intenzionato ad allargare il diritto alla fecondazione assistita alle donne single, lesbiche e transessuali, poiché in determinate regioni spagnole, questa procedura è garantita solo ed esclusivamente alle donne eterosessuali.

Si tratta di due grossi cambiamenti per la società spagnola e sui diritti delle donne e LGBT+.

Leggi anche >>> Modena, un giudice autorizza il cambio di sesso a una 17enne

Suggerisci una correzione


In vendita su AMAZON

Ebook a 0.99 euro
Copertina rigida a 19.24 euro
Copertina flessibile a 12.48 euro

Clicca qui per acquistarlo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.