Crea sito

Leo Gullotta Niente ruolo di Don Pugliesi perché ero gay

Leo Gullotta Niente ruolo di Don Pugliesi perché ero gay
Leo Gullotta

Leo Gullotta Niente ruolo di Don Pugliesi perché ero gay. Leo Gullotta, 74 anni ha alle spalle un’importante carriera artistica divisa tra il teatro, il cinema e la televisione. Indimenticabile il suo personaggio della Signora Leonida per il Bagaglino.

Leggi anche >>> Papa Francesco seguace del Nuovo Ordine Mondiale (Gay)

Una carriera ricca di soddisfazioni e riconoscimenti (3 David di Donatello e 4 Nastri d’Argento9 e di profonde delusioni e ingiustizie.

Al Fatto Quotidiano, l’attore è ritornato a parlare del suo coming out datato 1995 e di un episodio in particolare legato alla sua omosessualità.

Leggi anche >>> Terapie riparative vietate a Città del Messico

Dovevo interpretare Don Puglisi in un progetto importante, stavamo per iniziare a lavorarci quando il regista mi chiamò: pensavo che si trattasse dei soliti ritardi, invece mi disse che il mio nome era saltato. A qualche funzionato della Rai suonò il campanello d’allarme per la propria carriera: ‘Chissà cosa dirà il Vaticano se scegliamo un omosessuale dichiarato per interpretare Padre Puglisi‘. Fu uno schiaffo tremendo, ma non mi arresi”.

Suggerisci una correzione

RISCATTI by A.J.Reed
Trama:
Amore e Odio. Vita e Morte. Omosessualità e Omofobia. Queste le parole chiavi del romanzo di “RISCATTI”. Stati Uniti d’America. Il fanatismo razziale di un’associazione statunitense sconvolgerà le vite di un gruppo di amici portandoli a confrontarsi con il loro lato oscuro. Un fanatismo che condurrà un padre a desiderare la morte del suo stesso figlio, ritenuto “contro natura”. L’amore di due giovani ragazzi, spezzato dall’omofobia, riuscirà nella sua tragedia a riscattare uno dei loro aguzzini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.