Crea sito

Vladimir Putin consolida il divieto di matrimonio gay

Vladimir Putin consolida il divieto di matrimonio gay
Il Presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin

Il Presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin mette la parola fine sul riconoscimento del matrimonio tra persone dello stesso sesso in Russia

Qualche giorno fa, il Presidente russo, Vladimir Putin ha posto la sua firma per il via libera al divieto costituzionale del riconoscimento del matrimonio tra persone dello stesso sesso in Russia. Il 1° luglio del 2020, i cittadini russi furono chiamati a votare tramite referendum popolare diverse modifiche costituzionali. Un referendum che ha ottenuto il 78% di partecipazione.

Leggi anche >>> Regno Unito, la banconota ‘Alan Turing’

Anche se era già vietato dalla Costituzione che riconosce come matrimonio solo quello tra uomo e donna, quest’ulteriore modifica costituzionale, rafforza il divieto rendendo impossibile qualsiasi riconoscimento anche per le future generazioni di russi. Ricordiamo che in Russia, vige l’Omofobia di Stato ed è vietata ogni forma di pubblicità o sostegno pubblico alla causa per la lotta dei diritti civili delle persone LGBT+.

Oltre a questo, ci sono due modifiche molto importanti per lo stesso Presidente Putin. La prima la possibilità per l’attuale Presidente a ricandidarsi per altri due mandati che potrebbe farlo restare alla guida della Federazione Russa fino al 2036. Inoltre il Presidente Vladimir Putin ha ottenuto l’immunità politica a vita.

Leggi anche >>> Paola Binetti e l’attacco alla Giornata Mondiale contro l’Omotransfobia: “Come il Carbonara Day”

Suggerisci una correzione

Foto di Дмитрий Осипенко da Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.