DDL Zan, scontro tra Lega e Dem

DDL Zan, scontro tra Lega e Dem

La Lega ha bloccato la calendarizzazione del DDL Zan in merito alla Legge contro l’omotransfobia, innescando uno scontro con il Partito Democratico

Il DDL Zan è stato bloccato al Senato all’ostruzionismo della Lega, dopo l’approvazione alla Camera. Niente da fare quindi per la calendarizzazione presso la Commissione Giustizia del Senato dopo il no da parte dei leghisti. Ecco quanto dichiarato all’ANSA Massimiliano Romeo, Presidente dei Senatori Lega in merito alla questione del DDL Zan: “La Lega è assolutamente contraria alla calendarizzazione. E’ un tema divisivo e ideologico che non fa parte dell’agenda politica. Forzature su temi così divisivi rischiano di compromettere quei rapporti all’interno del Parlamento e quel clima di sostegno e unità nazionale che si è creato e potrebbero avere riflessi sul governo”. E conclude: “Già oggi chi aggredisce e insulta delle persone per il loro orientamento sessuale, può e deve essere punito”.

Leggi anche >>> L’Italia ha bisogno della Legge contro l’omotransfobia

Decisione quella della Lega attaccata dal Partito Democratico per voce del suo Segretario Nazionali, Enrico Letta che attraverso Twitter ha risposto: “Opporsi alla calendarizzazione del ddl Zan contro la #omotransfobia, ecco lo spirito europeo della Lega”.

Mentre Michele Bordo (Deputato PD) ha rimarcato che il Partito Democratico non accetterà ricatti o veti e che “su questa Legge, come abbiamo già detto, andremo avanti” e sempre Bordo “anche purtroppo nel nostro Paese continuano a ripetersi aggressioni legate all’orientamento sessuale di nostri concittadini ed è assurdo che l’Italia, al pari di altri Paesi europei, non si doti di strumenti legislativi per combattere questi odiosi crimini di stampo omofobico”.

Lo scontro per l’approvazione del DDL Zan è solo all’inizio.

Leggi anche >>> Roma, identificato l’aggressore della coppia gay

Suggerisci una correzione

Foto di Sharon McCutcheon da Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.