Florida, i repubblicani nuovamente all’attacco dei giovani trans

Florida, i repubblicani nuovamente all’attacco dei giovani trans

Dopo l’approvazione della Legge ‘Don’t Say Gay’ i repubblicani della Florida si apprestano a un nuovo divieto per i giovani transizione

Randy Fine – repubblicano – attraverso il suo profilo social ha annunciato la sua intenzione di promuovere una Legge per rendere illegale ai genitori e medici di fornire assistenza sanitaria per l’affermazione del genere ai minori trans.

Una Legge che renderebbe la fornitura di cure specializzate per i minori trans – farmaci e interventi chirurgici – un “reato di abuso di minori”. Reato punibile con una pena detentiva e per i medici anche la perdita della licenza medica.

Il Governatore della Florida ha firmato la Legge omofoba ‘Don’t Say Gay’

Un atto deliberato e violento che colpisce la comunità LGBT+ della Florida, in particolare, la fascia più debole dei minori.

Una deriva anti LGBT+ che non riguarda solo lo Stato della Florida ma gli Stati Uniti d’America. L’American Medical Association (AMA) ha denunciato i molti tentativi fatti dai legislatori per vietare l’assistenza medica necessaria per i giovani trans statunitensi. Le conseguenze – secondo l’AMA – alla rinuncia alle cure sarebbe devastante per la salute fisica e mentale dei giovani trans.

Torino, ragazzo tenta il suicidio a causa dell’omofobia dei genitori

Secondo uno studio recente pubblicato dalla rivista JAMA Opean Network i giovani trans che hanno ricevuto l’assistenza sanitaria di genere, hanno minore probabilità di avere avuto tentato il suicidio o di soffrire di depressione nell’anno successivo alle cure.

Una degenerazione dovuta alla precedente amministrazione Trump.

Suggerisci una correzione


In vendita su AMAZON

Ebook a 0.99 euro
Copertina rigida a 19.24 euro
Copertina flessibile a 12.48 euro

Clicca qui per acquistarlo!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

A note to our visitors

This website has updated its privacy policy in compliance with changes to European Union data protection law, for all members globally. We’ve also updated our Privacy Policy to give you more information about your rights and responsibilities with respect to your privacy and personal information. Please read this to review the updates about which cookies we use and what information we collect on our site. By continuing to use this site, you are agreeing to our updated privacy policy.