Crea sito

Francia La prima partita di calcio fermata per omofobia

Francia La prima partita di calcio fermata per omofobia

In Francia è stata sospesa la prima partita di calcio per omofobia dopo l’approvazione dei nuovi regolamenti per contrastare l’omofobia, il razzismo e la discriminazione nei campi di calcio francesi.

La partita incriminata era quella tra le squadre di calcio del Nancy e Le Mans nel campionato di Ligue2, interrotta nella prima metà di gioco a causa dei continui cori omofobi da parte dei tifosi (Se li possiamo definire tali) del Nancy.

L’arbitro Mehdi Mokhatari dopo essersi reso conto che gli ammonimenti a interrompere qui cori non erano stati accolti dai tifosi ha deciso di utilizzare le maniere forti, sospendendo il gioco.

La partita di calcio è stata poi ripresa come riportato da Pink News dopo che i giocatori del Nancy hanno supplicato i propri tifosi a calmare gli animi e interrompere i canti omofobi.

In Francia La prima partita di calcio fermata per omofobia

Una scelta molto coraggiosa quella fatta dall’arbitro come riconosciuto dallo stesso Segretario di Stato francese per l’uguaglianza di genere e l’antidiscriminazione Marlene Schiappa.

“Congratulazioni all’arbitro Mehdi Mokhtari per aver coraggiosamente interrotto la partita di fronte ai cori omofobi a Nancy-Le Mans, come consentito dalle regole. Il calcio è uno sport emozionante. Deve rimanere tale per tutti”.

Marlene Schiappa Segretario di Stato per l’uguaglianza di genere e l’antidiscriminazione

Anche il Ministro dello Sport francese Roxana Maracineanu si è congratulato con la decisione dell’arbitro Mehdi Mokhtari.

Non solo in Francia ma anche in Italia bisognerebbe avere questi regolamenti per contrastare il razzismo, l’omofobia nel gioco del calcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.